AIFM - Associazione Italiana di Fisica Medica

    Cerca in questa sezione

Logo Scuola Caldirola

Logo Fisica in Medicina

Logo Physica Medica

Logo ReportScuola Caldirola

Aifm

AIFM

Associazione Italiana di Fisica Medica


sarai trasferito al nuovo sito ufficiale dell’evento

se la connessione non avviene entro pochi secondi

clicca sull'indirizzo http://www.fisicamedica.it/aifm/12i_idmp_s/spip.php?article294

  • Medicina nucleare_FAQ
  • A che livello di radiazione si è esposti nelle procedure radiologiche
  • A parità di esame, un bambino riceve le stesse radiazioni di un adulto?
  • A quanto ammonta l’energia utilizzata sulla Terra?
  • Campi Elettromagnetici (CEM)
  • Campi elettromagnetici_FAQ
  • Che cos’è la dose?
  • Che cos’è la radiologia?
  • Che cos’è la TC multistrato?
  • fine ft--->
     
    Il fisico medico risponde > Che cosa sono la SPECT e la PET?

    Che cosa sono la SPECT e la PET?

    mercoledì 7 agosto 2013, di Claudio Traino , Orazio Zoccarato

    Che cosa sono la SPECT e la PET?

    La SPECT, acronimo per Tomografia Computerizzata ad Emissione di Singolo Fotone (Single Photon Emission Computerized Tomography) è una tecnica tomografica in grado di ricostruire la distribuzione tridimensionale della radioattività all’interno di organi e/o tessuti del corpo umano. La radioattività è dovuta a sostanze in grado di emettere fotoni, somministrate al paziente. Per acquisire lo studio tomografico SPECT si utilizza una gamma-camera che ruota attorno al paziente. Scopo della SPECT è lo studio della distribuzione tridimensionale (anche nel tempo) di particolari sostanze all’interno del corpo umano, ottenendo informazioni anche quantitative relative alla funzionalità degli organi/tessuti che si intende studiare. Analogamente alla SPECT, la PET (Tomografia ad Emissione di Positroni), è anch’essa una tecnica tridimensionale. I principi tomografici della PET sono identici a quelli della SPECT con la sola notevole eccezione dei radioisotopi impiegati. In PET vengono utilizzati radioisotopi emettitori di positrone. Il grande vantaggio della tecnica PET rispetto a quella SPECT, consiste nell’impiego di isotopi radioattivi di elementi comunemente presenti in molecole organiche che fanno parte del normale metabolismo umano. Tra questi elementi vi sono ovviamente l’ossigeno ed il carbonio. Nella tabella seguente sono riportati i principali emettitori di positroni impiegati in PET oltre ad alcune delle loro caratteristiche.

    FAQ

    SPIP | modello di layout | Connettersi | Mappa del sito | Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
    Be notified of
    page updates
    it's private
    powered by
    ChangeDetection


    Sito ottimizzato per Chrome e Firefox


    Website Uptime Statistics By ServiceUptime