La Radioterapia stereotassica raddoppia la sopravvivenza a 5 anni nei pazienti oligometastatici

Tu sei qui

Trattamenti radioterapici aggressivi e ad alta precisione ritardano la progressione del tumore e migliorano la sopravvivenza a 5 anni in pazienti che hanno sviluppato fino a 3 metastasi.
Sono i risultati dello studio randomizzato di fase II SABR-COMET presentati durante il congresso annuale dell'ASTRO. Per la prima volta l'uso di alte dosi, combinato con l'alta precisione nell'erogazione, è stato dimostrato essere una efficace arma contro il tumore anche nello stadio metastatico in uno studio randomizzato. L'efficacia della radioterapia stereotassica dipende principalmente dalla precisione geometrica e dosimetrica in cui i Fisici Medici sono responsabili. Nei prossimi anni studi con pazienti che hanno sviluppato fino a 10 metastasi daranno ulteriori prove dell'efficacia di una tecnica che di fatto diventa una delle migliori strategie nella lotta contro il tumore.

Per approfondimenti clicca qui