Notifiche
Cancella tutti

Possibile contaminazione da Radio  

  RSS
Lorenzo Brandolin
(@lorenzo-brandolin)
Nuovo Membro

Salve, gentilmente volevo porvi un quesito che da molto tempo mi preoccupa: Essendo appassionato di orologi, mi reco spesso in un negozio di orologi vintage, ed in bella vista su di uno scaffale vi è orologio da tavolo rettangolare di discrete dimensioni, 20x20 con un quadrante con numeri e sfere al radio, da me verificato avvicinando un contatore radex 1706 , fin qui tutto ok, ho avvisato il proprietario e li per li non ci ho più pensato. Un giorno mi reco di mattina a trovarlo e lo vedo spolverare esternamente con un panno l'orologio in questione, terrorizzato gli ho detto che era pazzo ad usare lo stesso strofinaccio per altre pulizie, compresi orologi da polso anche da me presi in mano.... Spaventato pure lui ha rimosso l'orologio e non l'ho piu visto. La mia domanda è che rischio posso aver corso maneggiando oggetti spolverati da quello strofinaccio?
Soldi e altro maneggiati dal negoziante possono essere contaminati? Preciso che l'orologio era integro e con il vetro intatto ma essendo vecchio non posso assicurare che il vetro fosse a tenuta. Sucessivamente, tutti gli orologi comperati li ho lavati e misurati con il Geiger, ma credo che lo strumento non rilevi polveri infinitesime....non dormo piu la notte.... Ringrazio sin d'ora per chi volesse gentilmente rispondere..

Quota
Postato : 18 Luglio 2020 20:42
pinoscalzo
(@pinoscalzo)
Nuovo Membro

Gent.mo lettore

Il Radio fu utilizzato per rendere fosforescenti le lancette degli orologi e veniva mescolato con una sostanza che sotto l’influsso delle radiazioni emesse dal radio si illuminava (effetto luminescenza).

Di fatto questa tecnica è stata utilizzata fino agli anni 60 quando fu abbandonata.

Le radiazioni emesse dal radio sono di bassa energia e comunque in aria non si propagano al di là di qualche cm e pertanto non costituisce un pericolo detenere uno di questi orologi. Se si effettua una misura con una camera a ionizzazione specifica a contatto si può rilevare, in alcuni casi,  qualche µSv/ora ma se la si allontana di alcuni cm non si rileva nulla. 

Se l’orologio è integro, maneggiarlo non costituisce quindi un pericolo e nemmeno pulirlo con un panno dalla polvere che si deposita all’esterno in quanto il  panno non viene a contatto con le lancette e quindi non si può contaminare. Pertanto il venditore non è contaminato e quindi non sono contaminati i soldi o altri oggetti toccati. Tuttavia poiché la quantità di radioattività utilizzata per ciascun orologio non è nota con precisione, se si detengono parecchi orologi da polso o da tavolo sarebbe opportuno tenerli in un contenitore di metallo e comunque maneggiarli con cura allo scopo di evitare la rottura del vetro.

Per far capire però quanto sia pericoloso  uno di questi orologi si fa notare come anche la rottura del quadrante e il contatto con le lancette comporterebbe una dose di radiazioni talmente piccola dell’ordine di centesimi della radiazione che noi riceviamo ogni giorno dal terreno, dall’ingerimento del  cibo e dai materiali da costruzione costituenti le nostre case. 

Giuseppe Scalzo

RispondiQuota
Postato : 20 Luglio 2020 16:08
Lorenzo Brandolin
(@lorenzo-brandolin)
Nuovo Membro

Grazie mille della sollecita ed esaustiva risposta, sinceramente mi ha tranquillizzato, il Radio purtroppo mi spaventa molto più del Trizio... Sopratutto per gli effetti da ingestione, ho letto dell'accumulo nelle ossa per via della similitudine biologica al calcio.... da qui sono partite tutte le mie paure forse eccessive... Grazie ancora di cuore.
Brandolin Lorenzo.

RispondiQuota
Postato : 20 Luglio 2020 18:57
Condividi: