Notifiche
Cancella tutti

ripetitore 5G e abitazione

Francherp
(@francherp)
Utenti

Gentilissimi,

vi scrivo perché ho visto una casa molto bella da acquistare, solo che dista pochi metri da un traliccio ad alta tensione e da un ripetitore di telefonia mobile 5g (Iliad).
Traliccio e ripetitore sono posizionati in linea d’aria a 110 m dall’abitazione, ma essendo il percorso in discesa, il punto più alto della casa si trova ad almeno 2 metri al di sotto della fondazione dell’antenna. Cosa mi dite riguardo al campo magnetico e alle radiazioni? È una abitazione sicura o rischiosa per la salute di tutti noi?  Ho due bambini, una di 4 anni e l’altro di 11 mesi. 
grazie infinite per il lavoro e l’informazione che fate.

Francesca 

Questa discussione è stata modificata 1 mese fa 2 tempo da Francherp
Quota
Topic starter Postato : 15 Aprile 2021 11:42
Etichette discussione
ffrigerio
(@ffrigerio)
Utenti Amministratore Forum
Gent.ma,
in questa sezione del nostro forum troverà che abbiamo già risposto a diverse domande simili e, seguendo i link, anche qualche spiegazione tecnica.
A questo, possiamo aggiungere alcune osservazioni.
La tutela dell'esposizione della popolazione, della quale fanno parte anche i suoi bambini come i numerosi altri che speriamo vivano nel quartiere, è affidata alle Agenzie Regionali di Protezione Ambientale (ARPA) alle quali spetta vigilare sul rispetto della normativa, vigente ormai da molti anni.
Nei contesti urbani, una distanza di 100 metri da un elettrodotto e da un'antenna per telefonia è già un valore considerevole: in particolare per le antenne, spostandosi ci si avvicina ad un altro impianto.
Quanto all'antenna 5G l'unica differenza rispetto alle tecnologie precedenti è che il campo non dipende più dall'angolo rispetto all'antenna ma dal numero e dal consumo di dati dei dispositivi connessi presenti intorno a lei.
In questo senso, con una bambina di 4 anni, è possibile prevedere un incremento dell'esposizione della famiglia del 25% entro 5 anni e di un ulteriore 50% quando anche il fratello reclamerà la connessione a internet, ma è una stima iperprudente. Fuor di metafora, ribadiamo che le infrastrutture fisse delle telecomunicazioni forniscono un contributo trascurabile rispetto alla tecnologia che abbiamo già in casa.
Sia per il trasporto dell'energia sia per le telecomunicazioni, nonostante quello che purtroppo si legge in rete, i fornitori dei servizi hanno certamente l'esigenza di espandere il numero dei clienti ma anche quella di contenere il campo inutilmente disperso per limitare il consumo di energia. Questo è un problema che troppo spesso viene trascurato.
RispondiQuota
Postato : 16 Aprile 2021 14:25
Condividi: